Scopata mattutina in ufficio

Vi racconto una storia vera di una scopata mattutina come trovi solo nei filmati porno in hd.

Mentre mi stavo preparando per entrare nell’edificio dove stavo lavorando, ho visto Paolo, un buon amico che voleva scoparmi da molto tempo, potevo sentire i suoi occhi penetrarmi ogni volta che mi vedeva. Mi avvicino e sento come le mie tette sono fissate e il suo sguardo che scende ancora più giù tra i miei piedi. Ci salutiamo, ci baciamo amichevolmente sulla guancia e io gli dico di venire a parlare e prendere un caffè. Mi dice che arriverà tra 10 minuti nel mio ufficio. Salgo, preparo un caffè e mi metto al lavoro, tra pochi minuti suona il campanello. Lo invito in ufficio, chiudo la porta alle nostre spalle, mentre i miei colleghi erano già sospettosi che nel mio ufficio stava per succedere una scopata mattutina. Non passa molto tempo dopo il caffè che mentre lavoro sento il suo dito sfiorarmi i miei capezzoli che iniziano a indurirsi, lo guardo e senza dire niente e continuo a lavorare, lui continua a toccarmi, il mio respiro si fa sempre più pesante, la sua mano si abbassa e mi tocca leggermente tra le cosce e guardo in basso e vedo il suo cazzo gonfio che quasi rompe pantaloni.

Si alza in piedi e si toglie il cazzo dai pantaloni, lo vedo duro come il ferro, lo tiene in mano e inizia ad accarezzarmi con il suo pene grosso sulle mie labbra e poi me lo mette anche tra le tette.

Me lo prendo tutto in bocca fino a soffocare, quasi non riesco più a respirare e comincio a succhiarlo. Mi dice di alzarmi e di mettermi a pecorina sulla scrivania e a un tratto sento la sua lingua sulle mie labbra della figa che già era bagnatissima. Finisce di leccarmi la figa e comincia a infilarmi la lingua nel culo mentre inizia a leccarlo con tanta voglia e poi sento anche il suo dito dentro, cosa che mi fa gemere e tremare ancora di più. Poi mi mette con la schiena sulla scrivania, si avvicina e sento la sua cappella tra le mie labbra della figa mentre mi rilasso e Paolo con un movimento veloce me lo mette tutto dentro. Il suo cazzo grande era adesso tutto dentro di me.

Mi faceva male ma nello stesso tempo sentivo anche un grande piacere pero non potevo gemere forte che mi sentivano i colleghi. Paolo mi fissa la testa con la mano incollata alla scrivania senza poter fare niente e inizia scoparmi senza sosta. A un tratto lo tira fuori dalla mia figa e lo sento subito dentro il mio ano! Ho sentito un grande dolore perché non e stato gentile e il mio culo era stretto pero non potevo fare niente e ho cominciato a gemere in silenzio dal dolore. Paolo mi stava rompendo il culo. Poi ha iniziato a scoparmi i buchi caldi mentre andava avanti e indietro prima in culo e poi nella figa. Stavo godendo come una troia quando a un tratto sento un’ondata calda di la sborra che mi invade l’ano… Mi vesto e rimango da sola in ufficio dopo una scopata mattutina da non dimenticare…

Leave a Reply

Your email address will not be published.