La diffusione del porno italiano

Tutti oggi conoscono il mondo del porno e le sue svariate produzioni, ma ben pochi probabilmente sono a conoscenza degli albori di questa redditizia ed eccitante industria, soprattutto in Italia.

La scena è sempre stata dominata dagli Stati Uniti, grandi produttori di pellicole porno, i quali hanno dato il via alle scene erotiche in cui veniva inquadrato, in primo piano, l’atto della penetrazione. Anche gli stati europei, dagli anni ’70 in poi, principalmente, non sono rimasti soltanto a guardare e hanno iniziato a produrre dei film interessanti ed intriganti, che hanno segnato la storia del porno.
In Italia è complicato riuscire a comprendere quale sia il primo film hard vero e proprio dedicato ad un pubblico italiano. Inizialmente infatti la maggior parte delle pellicole veniva censurata prima di essere commercializzata all’interno della nazione, mentre veniva distribuita in versione integrale soltanto all’estero.

 

 

Potremo affermare che il porno si è sviluppato e a preso piede dalle pellicole erotiche, molto più soft, nelle quali non erano presenti scene di penetrazione. Inizialmente dunque in queste pellicole erotiche si iniziarono a porre degli spezzoni di porno hard. Esempio di questa tipologia di film è il film “Emanuelle in America”, girato da Aristide Massaccesi e Marina Lotar. Questo è il primo passo verso una cinematografia sempre più estroversa, eccentrica, ma soprattutto eccitante. Altro film pubblicato negli anni ’80, che può essere preso come punto di riferimento per ricostruire la storia dell’industria pornografica italiana è “Sesso nero”, diretto dallo stesso regista. Altra particolarità che deve essere sottolineata è che inizialmente questi film venivano proiettati nelle sale comuni, ma contemporaneamente alla crescita di livello dei film verso contenuti decisamente più espliciti è risultata necessaria la costruzione di ambienti dedicati specificatamente soltanto alla proiezione di film porno. Nascono dunque i primi cinema “a luci rosse”, in cui era vietato l’ingresso ai minori. Per questo motivo le agenzie di censura accettarono la loro apertura e diffusione. Dopo aver segnato un ventennio, i cinema iniziarono a chiudere, sorpassati da VHS e DVD molto più versatili, soprattutto poiché consentivano di visionare i film in privato. Attualmente ci sono davvero pochi cinema nel territorio che trasmettono delle pellicole hard e anche i DVD sono stati superati, a favore di Internet. E i migliori porno attrici e attori italiani, a cavallo tra le due epoche, possono testimoniare perfettamente questo passaggio. Rocco Siffredi, giusto per citare uno tra i più famosi ad esempio, negli ultimi anni ha incentivato la produzione di video distribuiti soltanto tramite i web. I migliori video e film infatti oggigiorno possono essere trovati nei svariati siti web comodamente attraverso il proprio pc. Per cui se sei interessato, scopri subito il miglior porno italiano!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *